C+P House

Guadagnare spazio

Committente

Coppia con una figlia piccola

Categoria

Architettura degli interni

Obiettivo

Rimodulare gli spazi di una casa appena acquistata per ricavare una stanza in piùe una zona giorno più ampia

Anno

2016

Photo credits

Situato nel quartiere Prati, a Roma, l’appartamento fa parte di un elegante edificio degli anni ‘20.

Il progetto è stato realizzato con l’architetto Paolo Petaccia.

I committenti necessitavano di un’ulteriore camera da letto ma, soprattutto, di una rimodulazione e ridistribuzione degli spazi, tenendo conto di un vincolo fondamentale: il muro portante proprio al centro dell’appartamento.

In fase di progettazione, si è voluto aprire lo spazio che avrebbe poi collegato la zona giorno con quella più privata.

Prendendo allora come punto di partenza proprio il vincolo del muro portante e le sue due aperture (che ospitavano le porte di ambienti precedentemente separati), si è creata una grande ed unica “area giorno”.

L’abitazione, che quasi ovunque ha una pavimentazione continua in parquet, in corrispondenza di queste aperture, viene trattata con nuovi materiali: la “soglia” e l’intera imbotte vengono evidenziate utilizzando il microcemento.

Nella zona giorno è subito evidente un elemento ad isola in legno che separa la zona living e pranzo dalla zona cucina, completamente a vista per espressa richiesta del committente.

Il lato opposto a quello della cucina, lateralmente è completamente rivestito da una boiserie in legno (che nasconde un grande ripostiglio), mentre al centro è occupato da una libreria.

L’illuminazione globale dell’ambiente proviene dai grandi riquadri tagliati nel controsoffitto, che, come sculture aeree, ricalcano il disegno dei quattro grandi elementi quadrati del parquet sottostante.

Il corridoio è a L:

il primo tratto è stato concepito come un invito verso la zona giorno, con una grande parete specchiata a sinistra e una grande libreria a destra (in cui troviamo anche un pannello in legno filo muro che nasconde un altro piccolo ripostiglio);

il secondo tratto di corridoio, invece, permette di accedere alla zona giorno, alle camere e al bagno.

Nella camera da letto si è sfruttato lo spazio retrostante alla boiserie della zona pranzo per creare una comoda cabina armadio.

Non credo nel trasferirsi in un nuovo posto e replicare quello che hai lasciato. Dov’è il divertimento?
Andrew Fisher

Vuoi contattarci?

Compila il modulo

Confermo di aver letto e accettato la Privacy Policy presente in questo messaggio e nel footer.